C. Como

DSC_9962

Fami – Fondo Asilo, Migrazione

e Integrazione 2014/2020

Adesione al Progetto per l’Integrazione

a Scuola e Lotta alla Dispersione”

 

La Giunta comunale ha dato via libera all’adesione, in qualità di “soggetto aderente”, a un progetto che vede come capofila l’Istituto comprensivo Como centro insieme all’Istituto comprensivo Como Lago, l’Istituto comprensivo Como Borghi, la Fondazione Somaschi Onlus e la Cooperativa Questa Generazione che hanno promosso una partnership per la presentazione di un progetto denominato “Misura per Misura – atto primo – integrazione a scuola e lotta alla dispersione”. Il fenomeno della dispersione scolastica è particolarmente diffuso nel territorio di Como e provincia e coinvolge molti studenti provenienti da paesi terzi. La Regione Lombardia ha approvato il progetto comasco che prevede un contributo di € 93.303,09. L’adesione al progetto non comporta oneri per il Comune di Como, che si impegna a sostenerlo collaborando attivamente attraverso la promozione dello stesso, creando i presupposti per la sua realizzazione, partecipando agli incontri mensili della rete e raccordandosi alla rete “Non uno di Meno” già attiva da tempo sul territorio ed anch’essa presidiata dall’amministrazione Comunale. Il progetto “Misura per Misura – atto primo – integrazione a scuola e lotta alla dispersione”, è finanziato con il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – OS2 Integrazione/Migrazione legale – ON2 Integrazione – Piani d’intervento regionali per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi. L’Amministrazione si è impegnata, con gli altri partner e aderenti, a dare vita a un’associazione temporanea di scopo per la realizzazione del progetto che verrà formalmente costituita dopo l’approvazione del finanziamento da parte del Ministero. Il progetto svilupperà iniziative di rilevanza ed utilità sociale ed è un’opportunità per il Comune di Como di rafforzare il proprio ruolo nell’ambito degli interventi per il diritto allo studio, e si integra in modo positivo con azioni già consolidate.

Lorenzo Fabbro